Cosa mangiare per contrastare l’invecchiamento cellulare: i consigli del nutrizionista

150

Oggi affronteremo un argomento molto importante per la salute generale del’intero organismo, ma che spesso viene trattato in maniera sbrigativa e superficiale: il così detto squilibrio detox.

Lo squilibrio detox, più comunemente definito “stress ossidativo“, è una patologia metabolica che comporta delle alterazioni nei tessuti e nelle cellule nel momento in cui vengono sovraesposte agli agenti ossidanti. Gli effetti negativi sulla salute derivanti da questa particolare condizione sono molteplici, evidenziandosi principalmente nell’invecchiamento cellulare precoce, situazione che potrebbe comportare l’insorgenza di alcune gravi patologie come il diabete e l’ obesità, ma anche malattie cardiovascolari e neurodegenerative, come il morbo di Parkinson e l’Alzheimer.

Quali sono i principali responsabili dello Stress Ossidativo?

I principali responsabili dello Stress Ossidativo sono i Reactive Oxygen Species (ROS), i radicali liberi dell’ossigeno, cioè quelle molecole di scarto altamente reattive che si generano nel nostro organismo, in maniera continua, sottoforma di sottoprodotti dei naturali processi di respirazione cellulare. I fattori che contribuiscono alla formazione di suddette molecole e che quindi determinano la condizione di squilibrio sono principalmente: il fumo, l’elevato consumo di alcolici, l’esposizione ad ambienti inquinanti, lo stress psico-fisico, l’esposizione a radiazioni ultraviolette e ionizzanti, ma anche le diete estremamente ricche di proteine e grassi saturi, ed addirittura un livello di attività fisica troppo intenso.

E’ possibile contrastare gli effetti dello Stress Ossidativo?

Il nostro organismo è naturalmente in grado di riuscire a contrastare gli effetti dello Stress Ossidativo grazie alla presenza di enzimi antiossidanti come il superossido dismutasi (SOD), la catalasi, il glutatione perossidasi, che hanno il compito di fornire ai radicali liberi gli elettroni di cui sono privi.
Molte altre sostanze antiossidanti vengono invece assunte tramite l’alimentazione: tra queste troviamo la vitamina C, la vitamina E, il beta- carotene, i polifenoli, i flavonoidi e l’antocianine. Di conseguenza, è possibile aiutare il corpo a contrastare l’azione dei radicali liberi attraverso l’assunzione di cibi ricchi delle sostanze precedentemente citate.

Su questa base, il Dr. Francesco Garritano, biologo nutrizionista di Milano, ha stilato per noi un elenco di tutti gli alimenti che contengono un’alta concentrazione di antiossidanti e che aiutano a combattere lo squilibrio detox:

7 alimenti naturalmente ricchi di antiossidanti

  • Mirtilli: questi piccoli frutti contengono una grande quantità di antocianine, pigmenti presenti nei vegetali dal grande potere antiossidante. Diversi studi scientifici hanno confermato il loro potere anti-radicalico, particolarmente utile nella prevenzione delle malattie cardiovascolari.
  • Barbabietole: come dimostra il colore rosso intenso di questi ortaggi, essi contengono grandi quantità di betalaine, particolari tipi di pigmenti dal grande potere antiossidante ed antinfiammatorio ed in grado di proteggere le lipoproteine LDL dall’ossidazione dei radicali liberi.
  • Succo d’uva: è una delle principali fonti di resveratrolo, un potente antiossidante dalle grandi proprietà antinfiammatorie, in grado di contrastare il processo di invecchiamento precoce.
  • Agrumi: praticamente tutti gli agrumi, tra cui le arance, i mandarini, le clementine ed i limoni, ma anche altri frutti come fragole e soprattutto kiwi, contengono molta vitamina C, antiossidante in grado di combattere lo stress ossidativo e che aiutano a prevenire l’insorgenza di diabete, obesità e malattie cardiovascolari.
  • Spinaci: ricchi di luteina e zeaxantina, antiossidanti essenziali per il benessere della vista, poichè aiutano contrastare i meccanismi di infiammazione ed invecchiamento oculare dovuti all’eccesso di radicali liberi.
  • Cavolo: ortaggio estremamente ricco di vitamina A e C, ma anche di carotenoidi e flavonoidi , nutrienti dalle grandi proprietà antiossidanti che aiutano prevenire e contrastare gli effetti negativi dello stress ossidativo.
  • Cioccolato fondente: ottime notizie per i più golosi, il cioccolato fondente non è soltanto molto buono ma ha anche un’ottima capacità antiossidante, dovuta alla presenza di flavonoidi, contenuti principalmente nel cacao. Più è alta la concentrazione di cacao all’interno del cioccolato, maggiore saranno i flavonoidi e la loro capacità antiossidante.

I commenti sono chiusi.