L’universo nelle borse, quando desistere e scegliere uno zaino

22

Maschi e femmine, si sa, parlano due lingue diverse. Ma c’è un oggetto su tutti che gli uomini hanno imparato a rispettare tra i tanti dell’universo femminile: la borsa. Grande o piccola che sia, avere accesso al suo contenuto si può dire che metta in contatto con l’anima più profonda di una donna: scontrini, biglietti e carte dell’anteguerra (lasciate in borsa con la scusa del “vabbè, intanto la metto qui, poi si vedrà”); spazzole, pettini e pettinini; penne che non si trovano mai quando serve e agende difficilmente usate, ma sempre presenti in borsa (perché ovviamente è più rapido utilizzare uno degli scontrini sbiaditi lasciati da tempo immemore per segnare al volo un appuntamento o un numero di telefono). Insomma, svuotare una borsa è un po’ come affrontare un cambio di stagione anticipato: ci vuole la giusta presenza di spirito.

Purtroppo però le borse sono come i tacchi: amatissimi dalle donne, ma anche oggetto di tortura. Sì, perché l’abitudine di portare per lungo tempo molto peso solo su una spalla può sbilanciare l’intera simmetria della schiena, tanto quanto indossare sempre i tacchi alti arriva a danneggiare pesantemente non solo le articolazioni degli arti inferiori, ma anche la postura generale del corpo. Ecco perché, a volte, come bisogna portare le scarpe da ginnastica al posto dei tacchi, allo stesso modo è necessario lasciar perdere le borse e scegliere uno zaino.

C’è qualcosa che possiamo fare per evitare di sforzare eccessivamente la nostra schiena? Ebbene, la risposta è sì: tre sono le soluzioni a nostra disposizione. Vediamo quali.

Organizzare il peso

Il primo aspetto da tenere in considerazione è l’organizzazione della borsa o dello zaino in maniera tale da avere un peso generale bilanciato. Fate così: una volta che avete messo al suo interno tutto ciò che dovete portare con voi, appoggiate il vostro accessorio su una superficie piana rigida (come un tavolo) in posizione verticale e lasciatelo lì senza toccarlo.

Se l’oggetto cadrà da un lato o risulterà “deformato” rispetto alle sue linee originali, vuol dire che bisogna riorganizzare il suo interno per renderlo più bilanciato. In caso contrario, se lo zainetto o la borsa rimarranno fermi esattamente nella stessa posizione in cui li avete lasciati e nessuna delle sue linee risulterà eccessivamente modificata vuol dire che al suo interno il peso è ben bilanciato.

Perché è importante questo aspetto? Se il nostro accessorio è ben equilibrato, allora tutti i muscoli interessati sono sollecitati nella stessa identica maniera, non si avrà una parte che lavorerà più di altre e sarà così ridotto il rischio di dolori muscolari o articolari.

Spostare la borsa da una spalla all’altra

Proprio legato al concetto appena analizzato, il secondo consiglio è quello di non portare sempre la borsa dallo stesso lato, ma spostare frequentemente non solo nel corso della giornata, ma anche della semplice camminata, la borsa dalla destra alla sinistra o vice versa. E’ vero, all’inizio può risultare scomodo e sembrerà come se questa debba cadere da un momento all’altro, ma ci si abitua nel giro di poco tempo e soprattutto la spalla a cui siete maggiormente abituati potrà tirare un sospiro di sollievo e riposarsi.

Una precisazione. A volte siamo abituati a portare lo zaino solo su una spalla, ma non va bene: che sia uno zaino o uno zainetto non importa, questo accessorio è progettato per essere portato sulla schiena, non lungo un fianco.

Se il peso è eccessivo, lasciate perdere le borse e scegliete uno zaino

Possiamo concordare sul fatto che indossare uno zaino pesante vi faccia tornare con la memoria agli anni scolastici (e non a tutti può far piacere), ma ostinarsi a portare borse più massicce di una montagna danneggia solo voi che le indossate faticosamente. Proprio perché uno zaino è pensato per aderire alla schiena (quindi tutto il corpo collabora nella distribuzione del peso), vuol dire che non dovete sovraccaricare solo una determinata parte del fisico (con il rischio di strappi muscolari e contratture).

C’è da considerare anche il fatto che esistono numerosissimi modelli di zaini da donna pensati per non farvi sentire ancora sui banchi di scuola, per cui, se sentite che il peso della vostra borsetta è eccessivo, non ostinatevi a portarla, con il rischio di danneggiare tanto voi quanto la borsa. Prendete il vostro zaino, infilateci senza remore tutto ciò che dovete portare con voi e caricatevelo sulla schiena: vedrete che vi ringrazieranno sia le spalle che la borsa stessa!

I commenti sono chiusi.